Nella regione del Veneto, nelle verdeggianti colline asolane, dall’orizzonte del massiccio del Grappa e a sud dalle fertili sorgenti del Sile dimora da sempre una storica cittadina chiamata Castelfranco Veneto. Centro culturale nato in epoca medievale, attraversato dalle vie romane Postumia, Aurelia, Cornelia e non lontano dai siti provinciali di Treviso, Padova, Vicenza. E’ un luogo ricco di arte, tradizioni, folklore e accoglie il visitatore avvolgendolo in una atmosfera di convivialità.

La storia

Castelfranco nasce come avamposto militare per il comune di Treviso, nel 1195. Venne eretto un immenso castello in mattoni rossi con 4 torri angolari, mura, ponti, fossato e l’imponente torre civica. Il nome indicava la qualità del borgo: castello libero dalle tasse.

Numerosi furono i dominatori del territorio: da Ezzelino III da Romano, a Francesco da Carrara e dal 1338 la Repubblica di Venezia. Tutti loro lasciarono un segno, ancora visibile, nella torre civica, simbolo dei castellani. Dall’ orologio, al leone, alla casa del Trombetta, ai carri dipinti sulla volta della torre.

Città natale dell’illustre pittore, rinascimentale Giorgione, maestro del colore e della natura. Amata da Napoleone divenne luogo di rivolta durante l’unificazione d’Italia, acquisendo l’appellativo Veneto. Fu palcoscenico delle due grandi guerre mondiali fino ad arrivare ai giorni nostri.

Una città capace di mescolare il passato con il presente e contagiare la natura con l’architettura.

Passeggiando nel centro storico

Il cuore cittadino è all’interno delle mura. La cinta muraria si può ammirare visitando i bellissimi giardini ottocenteschi, che abbracciano le mura insieme a fiori, alberi e statue di eroi cittadini.

Lasciandoci alle spalle la grande piazza Giorgione, gli antichi portici e negozi, i palazzi alla veneziana e la quattrocentesca Loggia dei Grani, oggi bar, ma un tempo importante magazzino di cereali, si entra nella storia.

Passeggiando per via Garibaldi si incontra Il settecentesco Teatro Accademico; di fronte la Casa Barbarella, sede dell’attuale Conservatorio A. Steffani. Vicolo del Paradiso, la via dell’amore che porta alla Casa Costanzo, abitazione rinascimentale; lo studiolo, un piccolo stanzino protettore di un colorato affresco, testimone dell’umanesimo. Si prosegue verso il palazzo del comune; il famoso monte di Pietà, oggi biblioteca, due piccoli oratori e la torre dei morti. Dal lato opposto, una dimora trecentesca che ospita al suo interno l’affresco di Giorgione Fregio delle arti liberali e meccaniche”. Il Duomo, la chiesa abbaziale settecentesca con incredibili capolavori come la Pala del Giorgione, gli affreschi di Paolo Veronese e in lontananza vi è la torre civica, alta 43 metri, attraversata da un raggio di sole ogni 14 febbraio.

Cosa visitare fuori dalle mura

Fuori dalle mura merita un’occhiata il Borgo Treviso dove poter vedere la chiesa di S. Giacomo e le sue tombe longobarde o il più bel parco naturale d’Italia, il Parco Villa Revedin Bolasco. Per finire la camminata, vale la pena vedere il Borgo Pieve dove si trova la chiesa di fuori, detta Santa Maria della Pieve.

Eventi, attività e prodotti tipici

Castelfranco Veneto è luogo unico al mondo. Ci si può perdere nelle vie dello shopping, assaggiare alcune prelibatezze come la dolce fregolotta, la soppressa e il radicchio castellano, praticare vari sport, passeggiate all’aperto lungo il Muson o si può a settembre partecipare alla rievocazione storica medievale del Palio.

In questo paradiso urbanistico ci si può lasciar cullare dalle emozioni e dalla bellezza che qui regna.

 

Testa Elisa
Triveneto In Viaggio tra Luoghi e Sapori

Votaci e scrivi una recensione

La tua votazione per questa inserzione

angry
crying
sleeping
smily
cool
Scegli

La tua recensione dovrebbe essere lunga almeno 140 caratteri

Postando questa Recensione, accetti i termini e condizioni generali di utilizzo

building Possiedi o lavori qui? Richiedi ora! Richiedi ora!

Richiedi questo elenco

Accetti e accetti i nostri Termini e condizioni per la pubblicazione di queste informazioni ?.

Giugno, 2021

12

domenica

CHIUSO

Agosto 26,2019

  • Martedì
  • 9:00am - 10:00am
  • Daniela Belfatto
Dopo l'approvazione verrà inviata un'e-mail di conferma dell'appuntamento.

Lavoro fantastico!

Abbiamo ricevuto il tuo appuntamento e ti invieremo una conferma all'indirizzo e-mail fornito dopo l'approvazione.